L'Atletica Santhià si aggiudica la 4ª edizione del “Palio del Miglio”, manifestazione organizzata da Biella Sport Promotion e Gac Pettinengo in collaborazione con il Biella Running ed inserita all’interno del “Circuito Città di Biella” andato in scena sabato scorso: grande l'agonismo ma anche grande lo spirito di squadra che non è proprio di uno sport per definizione individuale.

Sul canale YouTube di BiellaSport si possono trovare i video delle gare Assolute maschili e femninili del 49° Giro Podistico Internazionale di Pettinengo.

Sorpresona alla 28ª edizione del Circuito Città di Biella: ha centrato una storica vittoria il ceco Viktor Sinagl, classe 1997, capace di mettere dietro niente meno che il kenyano Jonh Kipkoech e l’etiope Tadese Worku, atleti con un curriculum internazionale decisamente più importante. Un successo arrivato con il tempo finale di 4’10” sull’insidioso percorso cittadino biellese, caratterizzato da infidi cubetti di porfido e da un leggero falsopiano in salita nell’ultima parte di ognuno dei due giri previsti.

Per Sinagl si tratta della seconda vittoria al miglio: a Biella aveva trionfato anche nel 2017 in quell’occasione con il crono di 4’15”.
Sul palco dei premiati i primi 8 classificati, dunque gloria biellese anche per Samuel Medolago (Atl. Valle Brembana), primo italiano, per Leo Paglione (Virtus Campobasso), Abdessalam Machmach (Club 96 Alperia) e per i cechi Jan Skalicka e Nico Boketta.

In ambito femminile grande ammirazione da parte dei presenti per Margaret Chelimo Kipkemboi, atleta kenyana reduce dall medaglia di argento mondiale sui 5000 metri, conquistata a Doha una settimana fa. E’ stato questo il suo rientro alle gare dopo qualche giorno nella terra natia.
Consapevole di essere la favorita numero uno è partita nelle retrovie ma a metà gara aveva già una decina di metri di vantaggio sulle inseguitrici, divario che le ha ha consentito di vincere in scioltezza con il tempo di 4’59” una decina di secondi in più rispetto ai migliori crono della passata edizione quando ci fu un testa a testa sino all’ultimo metro.

Sul secondo e sul terzo gradino del podio rispettivamente la junior Elisa Palmero (Atl. Pinerolo) e Micol Majori (Pro Sesto). Tra le prime otto anche tre atlete della Repubblica Ceca e due biellesi: nell’ordine l’allieva Karolina Sasynova, le junior Bara Placatkova, Lucrezia Mancino e Hana Pavelkova e Stefania Biscuola.

Le gare di contorno

Nelle tre ore e mezza di manifestazione non solo il “Miglio dei campioni” ha emozionato i presenti che hanno potuto assistere anche alle gare scolastiche, agli sprint Special Olympics e al “Palio del Miglio”. Complessivamente quasi 600 partecipanti: 450 studenti, un centinaio di master, una quindicina di Special Olympics e una trentina di top runners. Con loro anche una cinquantina di persone che hanno preso parte alla “Camminata del Fair Play” organizzata dal Panathlon di Biella e che ha visto tra gli altri la partecipazione di Valeria Roffino, runner biellese delle Fiamme Azzurre, nell’occasione insieme ai colleghi-atleti in forza alla Polizia Penitenziaria di Biella.

Durante l’evento ha voluto portare il suo saluto il sindaco di Biella Claudio Corradino, dando ennesima dimostrazione di quanto l’amministrazione comunale sia presente in mezzo alla gente e vicina allo sport. Nel salutare i partecipanti ha voluto pubblicamente rendere merito a Claudio Piana ringraziandolo «per l’organizzazione di un evento di questa portata che fornisce un lustro notevole alla città di Biella».

L’organizzazione, lo ricordiamo, è stata curata dallo staff di Biella Sport Promotion e Gac Pettinengo, in collaborazione con il Biella Running per quanto concerne il “Palio del Miglio”, ed ha avuto la fondamentale partnership di Tessitura Delpiano, Lauretana, Botalla, Eurometallica, Farm Company, Microtech, Patti, Cabbia, Edilspe Incip, Menabrea e MA Service e dal punto di vista istituzionale di Regione Piemonte, Provincia di Biella, Comune di Biella e Comune di Pettinengo.

Gli Special Olympics

Il Circuito Città di Biella è anche “inclusione”: come in passato gli organizzatori hanno avuto il piacere di accogliere una rappresentanza di atleti Special Olympics dell'Asad Biella che si sono cimentati sui 60 metri sprint, percorrendo tra gli applausi del pubblico presente il rettilineo finale. Medaglie, premi e foto sul podio per tutti.

Il palio del Miglio parla biellese:
Ludovica Megna e Francesco Nicola i più veloci

Per quanto concerne il Palio del Miglio le classifica di società verrà elaborata nei prossimi giorni, ma rendiamo merito ai più veloci. Ha vinto la prova femminile la biellese classe 2000 Ludovica Megna (Safatletica Piemonte) con il tempo finale di 5’34” precedendo Ylenia Vignolo (Quercia Trentingrana) e Debora Gallino (Atl. Alessandria). Tra gli uomini, invece, il più veloce è stato Francesco Nicola (Zegna Trivero) con un crono di 4’37”, seguito da Leandro Demetri (Gp Solvay) e da Alessandro Ferrarotti (Gac Pettinengo).

Le staffette scolastiche: circa 450 allievi-atleti

Per quanto concerne le Scuole, infine, tra le Medie Superiori ha vinto il Liceo Avogadro con la staffetta composta da Nicola Patti, Eloisa Marsengo, Samuele Osti e Stefano Grendene, mentre tra le Medie Inferiori è stato l’Istituto Comprensivo di Mongrando ad aggiudicarsi il primo gradino del podio con la staffetta composta da Simone Piletta, Miriam Regazzo, Susanna Rocchetti, Michele Rocchetti e Luca Sacchet. Dal punto di vista numerico, invece, le scuole con più partecipanti sono state l’Istituto Comprensivo di Trivero e il Liceo Avogadro.

Per tutte le classifiche della giornata vai alla pagina Classifiche Circuito Città di Biella

Il Giro di Pettinengo incorona due "gazzelle" africane impreziosendo il bottino complessivo di successi di Kenya e Etiopia che salgono rispettivamente a 28 e 15 vittorie: sono questi i Paesi più titolati della manifestazione.

In linea con i pronostici le due prove top della 49ª edizione andata in scena domenica mattina sugli insidiosi saliscendi pettinenghesi, organizzata in maniera impeccabile da Gac Pettinengo e Biella Sport Promotion, sotto l'attenta regia del patron Claudio Piana.

La gara internazionale maschile è stata vinta dal 17enne etiope Tadese Worku con il tempo di 26'50", crono che si inserisce al 17° posto della classifica all-time. Worku, di fatto, ha condotto la gara dai primi metri e, di fatto, per tutta la gara, ha controllato gli avversari, in questa occasione decisamente inferiori. Sul secondo gradino del podio il primo dei tre kenyani: è l'esperto Jonh Kipcoech, arrivato in 27'10" con un vantaggio di 6 secondi su Dickson Simba Niakundi. Fuori dal podio James Kibet che ha rimediato addirittura 1'26" dal vincitore.

Tadese Worku al traguardo

Bella la lotta per la prima posizione tra gli italiani: sono stati a lungo in gruppo in sei e alla fine l'ha spuntata il valdostano di origine marocchina Omar Bouamer, di recente medaglia di bronzo tricolore sui 10mila metri, al traguardo in 28'18" con 10 secondi sul valsesiano Italo Quazzola (Casone Noceto). A completare la top 10 il ceco Viktor Sinagl (il giorno prima vincitore del miglio di Biella), il valsesiano Francesco Carrera (Casone Noceto), il campionissimo di corsa in montagna Xavier Chevrier (Valli Bergamasche) e l'ucraino Vasyl Matviychuk (Gabbi Bologna) che ha vinto la volata lunga con Michele Fontana (Aeronautica), primo biellese al traguardo. Il secondo, Matteo Lometti (Ugb), ha chiuso in eccellente 18ª posizione.

Senza rivali anche la vincitrice della prova femminile. L'argento mondiale Margaret Chelimo Kipkemboi ha mostrato tutta la sua grazia e la sua classe cristallina infilando la 5ª prestazione di sempre: 12'21" il suo crono al termine di una corsa per metà in solitaria. Le ha resistito per un paio di chilometri solo la 21enne compatriota kenyana Esther Wangui Waweru, arrivata poi con 27 secondi di ritardo.

Il gruppo delle migliori italiane

Torna a parlare italiano il podio: il terzo gradino se lo sono conteso per buona parte di gara Giovanna Epis (Carabinieri, 12'54"), Valeria Roffino (Fiamme Azzurre, 12'58") e Martina Merlo (Aeronautica, 12'59"), arrivate nell'ordine dal 3° al 5° posto con selezione sull'ultima salita.
Altre tre biellesi tra le prime 20 al termine di una gara decisamente di alto livello: l'allieva Arianna Reniero (Gaglianico) 16ª, la junior Lucrezia Mancino (Ugb Biella) 19ª e l'allieva Eloisa Marsengo (Gaglianico) 20ª.

Le gare giovanili: in evidenza gli atleti cechi ma gloria anche per i biellesi

Otto le province che hanno preso parte al Trofeo delle Province con gradita presenza di Milano e Aosta oltre alla vari rappresentative dei comitati territoriali piemontesi.
Ha vinto proprio Milano con 580 punti, davanti a Cuneo con 490 e, clamorosamente, a Biella/Vercelli che con 475 che ha preceduto niente meno che Torino. Tantissimi i premi in buoni valore e in natura assegnati in tutte le categorie, sia a livello individuale, sia di squadra, grazie alla partnership con Tessitura Delpiano, Lauretana, Botalla, Eurometallica, Farm Company, Microtech, Patti, Cabbia, Edilspe Incip, Menabrea e MA Service e, dal punto di vista istituzionale, con Regione Piemonte, Provincia di Biella, Comune di Biella e Comune di Pettinengo fondamentali nella riuscita di questo evento che, lo ricordiamo, coinvolge ogni anno dagli 800 ai 1000 atleti in gara tutti in una intensa mattinata agonistica.

Decisamente alto il livello nelle categorie Allievi: in ambito femminile successo per la ceca Karolina Sasynova (13'56" su percorso di 4 km) e secondo gradino del podio per la biellese Arianna Reniero (Atl. Gaglianico, 14'11") davanti alla lombarda Nicole Coppa (Bracco Atletica, 14'29") che ha preceduto di soli due secondi Eloisa Marsengo (Atl. Gaglianico, 14'31").
Tra i maschi, invece, la vittoria è andata al ceco Nico Boketta (13'30" su percorso di 4.3 km) e anche qui c'è un biellese sul podio: si tratta di Paolo Orsetto (Atl. Vercelli, 13'45"). Terzo Carlo Luciano Bedin (Team-A Lombardia, 13'53").

Le categorie Ragazzi/e e Cadetti/e assegnavano anche il titolo regionale di corsa su strada, oltre che concorrere per il trofeo delle province.
Tra i Cadetti vittoria (e titolo) per Kirili Polikarpenko (Cus Torino) che ha chiuso i 2.6 km del percorso in 9'06" regolando in volata lunga il ceco Matej Placatka (9'08") e il biellese Lorenzo Farasin (9'09") argento regionale. Sul podio piemontese anche Francesco Mazza (Atl. Saluzzo).
Tra le Cadette, invece, primo posto per la ceca Tereza Placatkova con il tempo di 6'29" su percorso di 1800 metri. Seconda e medaglia d'oro regionale Adelaida Badini Confalonieri (Cus Torino, 6"31). Argento e bronzo rispettivamente Matilde Bagnus (Valle Varaita, 6'52") e la biellese Anastasia Zucco (Atl. Stronese, 6'56").
Tra i ragazzi vittoria per Alessio Romano (Roata Chiusani) in 5'04" su percorso di 1400 metri a argento biellese grazie a Pietro Gardini (Bugella, 5'06"). Terzo Riccardo Giuliano (Dragonero, 5'09").
Tra le Ragazze, infine, successo di Iolanda Donzuso (Milano Atletica) su percorso di 1100 metri, ma grande soddisfazione biellese con la maglia di campionessa regionale finita indosso a Costanza Antoniotti (Bugella), 4ª assoluta in 4'16". Sul podio piemontese anche Giuditta Bonardi (Ossolana Vigezzo, 4'17") e Maria Elena Romano (Alessandria, 4'20").

Vai alla pagina delle Classifiche Giro di Pettinengo

Un vero e proprio colpaccio da parte di Biella Sport Promotion e Gruppo Amici Corsa per la due giorni in programma sabato e domenica: sarà in gara sia nel miglio di Biella, sia al Giro internazionale di Pettinengo Margaret Chelimo Kipkemboi (foto Getty Images), atleta kenyana classe 1993 fresca vincitrice della medaglia d'argento sui 5000 metri ai mondiali di atletica di Doha in Qatar dove ha coronato il sogno di un podio mondiale fissando anche il suo personale sulla distanza in 14'27”49, seconda solo alla connazionale Helen Obiri (14’26”72). Una bella sfida, dunque, sulle salite pettinenghesi con le connazionali Caroline Makandi Gitonga e Esther Wangui Wawero, mentre sarà tutta da gustare la sua prova nel miglio, distanza che non corre da tempo.

Sui 5000 metri l'atleta è una stella internazionale di primo livello ormai affermata da anni: oro agli All-African Games nel 2015, argento ai campionati africani nel 2016, argento ai giochi del Commonwealth nel 2018, 5ª ai mondiali nel 2017 e 5ª in Diamond Ligue nel 2019. Non disdegna anche gare con chilometraggi maggiori o minori: 8'32'96 sui 3000 e 32'04”67 sui 10000 in questa stagione.

Non sarà della corsa Moira Stewartova

Contrariamente a quanto indicato nel comunicato stampa precedente, causa malanno di stagione, non sarà in gara a Biella e a Pettinengo Moira Stewartova, l'atleta di punta tra quelle che ogni anno raggiungono il Biellese della Repubblica Ceca. Stewartova era stata 5ª a Pettinengo nella pasata edizione. In ambito maschile, per lo stesso problema, assenti i connazionali Jukub Smetana e Vladimir Marcik. Al loro posto si aggregheranno alla spedizione Ceca (composta da una ventina di persone tra atleti e tecnici) Lukas Krysl, Lukas Chwistek e la promettente allieva Veronika Hynkova, atleta con il personale di 10 netti sui 3000 in Italia sarebbe vicinissima al record nazionale stagionale.

Sottocategorie